Ipsilon

 

La trave ad Ipsilon appartiene ormai alla storia della Tecnocomponenti® in quanto per anni ha monopolizzato la produzione dell’azienda offrendo una straordinaria versatilità di utilizzo, una grande capacità di portata ed un livello di competitività senza precedenti.

Di questa soluzione  è difficile elencarne i numerosi pregi se non, uno fra tutti, il collaudato utilizzo che da oltre quarant’anni ne ha fatto una proposta vincente di sicuro successo.

Infatti, la possibilità di gestirne in fase di progetto l’interasse di posa, offre al progettista un ampio spettro di gestione sia nel riutilizzo ordinato di vecchi volumi sia nel nuovo impianto di più ampio respiro progettuale.

Si sono poi sviluppate di conseguenza negli ultimi venti anni, soluzioni sempre più evolute relativamente alla maglia strutturale ed al grado di finitura dei materiali di copertura e di controsoffitto.

La maglia strutturale è costituita da travi principali portanti longitudinali con sezione costante a  “T” o variabile ad “I”, con oltre 12 mt. di luce di campata.

La copertura è garantita dall’utilizzo di travi ad Y ortogonali rispetto alla lunghezza dell’edificio in grado di raggiungere una luce libera superiore ai mt. 30 poste ad un interasse variabile tra i mt. 2,50 ed i mt. 3,00.

La straordinaria leggerezza della sezione permette di garantire comodamente maglie che possono raggiungere i mt. 20 x 30 senza gravare in modo particolare sulle opere di fondazione.

L’unico vincolo alle dimensioni riportate riguarda le campate esterne con la necessità di posa dei pannelli orizzontali.

L’inserimento del carroponte, con portata variabile, è facilitato dalla possibilità di utilizzo delle travi principali portanti anche con funzione di vie di corsa garantendo generose dimensioni di campata ed un abbattimento considerevole dei costi di impianto.

Le travi ad Y sono collegate tra di loro all’intradosso da lastre di controsoffitto in fibrocemento coibentate e all’estradosso da lastre curve in aluzinc dello spessore di 6/10. Tale particolare tecnologia unita al sistema di collegamento progettato da Tecnocomponenti® offre un ottimo livello di coibentazione, elevata portata e pedonabilità della copertura.

Inoltre il sistema permette di realizzare un’intercapedine tra la lastra di controsoffitto e la copertura  che garantisce la completa eliminazione dei fastidiosi fenomeni di condensa che si manifestano nella stagione fredda.

L’illuminazione zenitale può essere garantita dalla sostituzione delle lastre di copertura opache con lastre sagomate con lo stesso profilo in policarbonato.

Tecnocomponenti® ha sviluppato un progetto per l’inserimento di serramenti modulari “shed” orientabili ed apribili, assistiti da motorizzazione, che garantiscono una perfetta illuminazione degli spazi senza i disagi che possono essere provocati dalla luce diretta, che risultano allo stato attuale di notevole pregio ed economicamente sempre più interessanti.

download del documento in pdf


< indietro